Modello 730: novità a partire da maggio 2020

Modello 730: novità a partire da maggio 2020

21/Maggio/20

Modello 730: novità per gli eredi

Una sostanziale novità a partire dal 15 maggio che emerge nel panorama dell’ordinamento fiscale del 2020, ovvero la possibilità di presentare il Modello 730 anche per conto dei contribuenti deceduti. Fino allo scorso anno infatti la dichiarazione per conto di una persona deceduta era possibile solo attraverso il Modello REDDITI (in luogo del modello Redditi PF), dovendo aspettare a lungo. In particolare la procedura sarà contestualizzabile con riferimento all’anno d’imposta 2019, per soggetti deceduti dal 1° gennaio 2019 e fino al 30 settembre 2020, non a caso data ultima di scadenza per i 730/2020 sui redditi 2019. Il modello 730 sarà presentato al Caf o professionista abilitato o presentato telematicamente all’Agenzia delle entrate, e non può essere consegnato né al sostituto d’imposta della persona fisica deceduta né al sostituto d’imposta dell’erede.

 730 eredi quali sono le condizioni

La condizione fondamentale che rende possibile la presentazione del Modello 730  è che la persona deceduta doveva trovarsi in una situazione contributiva/reddituale o lavorativa tale da permetterle di rientrare in quelle tipologie di contribuenti per le quali è appunto ammesso l’utilizzo del 730.

Sono incluse pertanto le tipologie di contribuenti con redditi da lavoro dipendente, pensione e/o alcuni redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, come co.co.co. e contratti di lavoro a progetto, ed eventualmente altre tipologie dichiarabili con lo stesso Modello 730:

  •  redditi di terreni e fabbricati;
  • redditi di capitale;
  • redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita Iva (ad esempio, prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente);
  • redditi diversi (ad esempio, redditi di terreni e fabbricati situati all’estero);
  • alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata.

Chi presenta la dichiarazione per conto del de cuius deve compilare due modelli 730 riportando in entrambi il codice fiscale del contribuente deceduto e quello del soggetto che presenta la dichiarazione per conto di altri, ovvero il codice fiscale dell’erede.